STORIA
L’Associazione Ticinese Terza Età (ATTE) è stata costituita il 25 ottobre 1980 da un gruppo promotore, composto di una cinquantina di persone, con la finalità di divenire un punto d’incontro per la condivisione di interessi, bisogni, capacità ed energie degli anziani, così da scongiurare ogni tendenza all’isolamento.
Apartitica, aconfessionale e senza scopi di lucro, l’ATTE ha la particolarità di essere stata concepita dagli anziani stessi, i quali provvedono alla programmazione e alla gestione delle attività, imperniate essenzialmente sulle prestazioni volontarie dei propri soci. In collaborazione con le istituzioni pubbliche e private, l’ATTE  promuove iniziative volte a facilitare l’integrazione sociale delle persone anziane; il suo ruolo principale è infatti quello di offrire occasioni di aggregazione per ampliare i rapporti sociali, rafforzare le amicizie e favorire forme di solidarietà, ma pure quello di stimolare lo sviluppo di interessi culturali e/o manuali.

 

ORGANIZZAZIONE
L’ATTE è presente su tutto il territorio cantonale. Le cinque Sezioni regionali, i Gruppi e i Centri diurni provvedono all’organizzazione delle attività locali. Il Segretariato cantonale cura la gestione contabile-amministrativa dell’Associazione e assicura la sua assistenza agli organi periferici.
È grazie al volontariato che l’ATTE ha potuto svilupparsi e continua a operare; attualmente oltre 500 soci contribuiscono direttamente alla vita dell’Associazione, mettendo a disposizione il loro tempo e le loro conoscenze per la realizzazione di progetti comuni.

 

SCOPI
L’ATTE è riconosciuta come ente d’appoggio, ai sensi della Legge per l’assistenza e la cura a domicilio del 30 novembre 2010, per i seguenti servizi: “Telesoccorso”, Centri diurni e attività sociali.
L’ATTE offre ai propri soci prestazioni volte a favorire il mantenimento e il recupero dell’autonomia, a evitare forme di isolamento e a facilitare la permanenza della persona anziana al suo domicilio. Queste prestazioni a carattere preventivo si associano alle iniziative di animazione, che favoriscono e stimolano la partecipazione a iniziative culturali, creative e ricreative, favorendo il benessere delle socie e dei soci. Tramite questi servizi l’ATTE cerca di stimolare i propri aderenti a essere attivi, espressivi, protagonisti, aperti alla comunicazione e alle relazioni.
L’esperienza di animazione consente la scoperta di bisogni, desideri, interessi, motivazioni, capacità e attitudini, che arricchiscono l’esperienza individuale, rallentando la degenerazione psicofisica dovuta all’avanzare dell’età. Il ruolo principale dell’animazione è infatti volto a rendere gli utenti più protagonisti che fruitori, con evidenti vantaggi in termini di mantenimento della propria autonomia. Le attività a carattere culturale permettono inoltre di sviluppare e consolidare il bagaglio culturale, cioè di avvicinarsi alla conoscenza di nuove tematiche o di approfondire ciò che già si conosce (letture, conferenze, corsi di varia natura, ricerche, arte, musica, teatro, ecc.). Le attività di tipo prevalentemente manuale permettono l’esprimersi della fantasia, la manualità, il mantenimento e il recupero delle facoltà motorie e psicofisiche (pittura, maglia, cucito, batik, ecc.). Le attività proposte a livello cantonale promuovono la reciproca conoscenza dei soci provenienti dalle diverse regioni e l’incontro con i rappresentanti delle pubbliche istituzioni.