Facere de necessitate virtutem: le proposte dell’UNI3 in tempi difficili di pandemia

“Fare di necessità virtù”: l’espressione d’uso comune deriva da una frase di San Girolamo (340-420) ed esorta a sforzarsi di trarre qualche vantaggio anche da eventi che avremmo evitato volentieri. È quello che sta cercando di fare l’ATTE, confrontata con le conseguenze della pandemia da nuovo Coronavirus che ha imposto l’annullamento di gran parte del programma di attività 2020. Anche l’UNI3, com’è noto ai suoi fedeli corsisti, si è vista costretta a interrompere lo svolgimento regolare dei corsi previsti per il semestre primaverile. Per cercare di adattarsi a una situazione sgradita riuscendo comunque a trarne un utile, a partire dal mese di aprile sono state proposte in via sperimentale alcune “tele-lezioni”. La piattaforma Zoom ha consentito negli ultimi mesi di proporre una serie d’incontri. Si è spaziato dalle letterature, alle scienze umane e sperimentali, dalla storia dell’arte alla musica, raccogliendo l’interesse di un buon numero di persone. Grazie alla disponibilità dei docenti, trovatisi nella necessità di ridefinire i loro approcci didattici, è stato possibile concretizzare un’offerta estiva di corsi e avviare l’impostazione di quella autunnale. Data l’incertezza circa l’andamento dell’epidemia nei prossimi mesi, si rinuncia alla pubblicazione di un programma cartaceo del semestre autunnale 2020, ritenendo preferibile segnalare di volta in volta l’offerta a seconda della situazione.

L’eccezionalità del contesto impone che si prevedano soluzioni “modulabili”: per questa ragione si continuerà con la proposta di corsi online, ma si conta anche di prevedere – limitando però l’offerta, per ragioni tecniche e di sicurezza, a un massimo di due sale sul piano cantonale – lezioni “in presenza” e insieme “da remoto”, destinate cioè a un numero limitato di persone in aula col docente (nel rispetto di precisi protocolli di protezione) e contemporaneamente a utenti che, per una ragione o per l’altra, preferiranno invece seguire da casa via internet gli incontri.

Nell’impostazione del programma autunnale, appurata la disponibilità dei docenti, si è considerato il criterio di diversificazione degli ambiti disciplinari, tenendo presente la necessità di recuperare almeno parte dei corsi interrotti o annullati a causa della pandemia, ma anche suggerendo qualche novità. Tra queste, da segnalare almeno l’idea – nata sulla scorta dell’esperienza fatta con Leonardo – di proporre un corso multidisciplinare su Galileo Galilei (storia della scienza e della filosofia; storia della letteratura italiana; storia dell’astronomia).

Il programma dei corsi, col criterio dello “scaglionamento” delle proposte che considererà la situazione sanitaria, verrà comunicato, comunque con congruo anticipo, sul sito dell’ATTE, mediante Newsletter, sulla pagina Facebook e in forma cartacea a chi ne farà richiesta alla segreteria dell’UNI3 (091 850 05 52).

Da segnalare infine che le quote d’iscrizione ai singoli corsi resteranno invariate sia che si segua “in presenza” o “da remoto”; unica novità l’introduzione di una “tessera semestrale” (anziché annuale) che, al prezzo di 100 CHF, consentirà di partecipare a tutti i corsi.

Giampaolo Cereghetti, direttore dell’UNI3

L’UNIVERSITÀ DELLA TERZA ETÀ

Da 35 anni, i corsi dell’UNI3 offrono agli interessati (soci dell’ATTE e non) possibilità di aggiornamento su molti temi di natura culturale, che spaziano dagli orizzonti umanistici a quelli scientifici o tecnici. Essi garantiscono ai partecipanti momenti di approfondimento culturale, uniti a occasioni di socializzazione, quando possibile anche a carattere intergenerazionale. Le attività promosse dall’UNI3 si svolgono normalmente di pomeriggio e sono aperte a tutti, indipendentemente dai percorsi formativi alle spalle e dagli ambiti professionali praticati.
Seguiti e apprezzati, gli incontri sono proposti nelle varie regioni del Cantone e sono tenuti da docenti qualificati, in grado di conciliare l’approccio scientificamente rigoroso col tono divulgativo e aperto a forme di collaborazione attiva.

Gli incontri – il cui programma è di regola suddiviso in due semestri (autunnale e primaverile) – sono talvolta associati con visite guidate a musei e mostre o con escursioni culturali anche di più giorni. Normalmente i temi sono sviluppati in cicli di due o quattro lezioni (della durata di 2 ore ognuna) o durante incontri singoli.

L’UNI3 del Cantone Ticino, servizio dell’ATTE, fondata nel 1985, è membro della Federazione svizzera delle UNI3 (www.uni-3.ch), riconosciuta in ambito nazionale e internazionale come Università della Terza Età, ed è accreditata presso l’Università della Svizzera italiana (USI).

INFORMAZIONI
I nostri corsi sono aperti a tutti, indipendentemente dall’età e dalla formazione scolastica di base. Di regola essi si svolgono di pomeriggio, generalmente dalle 14.30 alle 16.30.

AUTUNNO 2020
I corsi previsti per l’autunno 2020 sono in videoconferenza o in videoconferenza con presenza in sala di un numero limitato di persone (massimo 25). Priorità verrà data a coloro che non sono nella possibilità di seguire le lezioni in videoconferenza.

UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA ZOOM
Le videoconferenze proposte dall’UNI3 possono essere seguite da casa tramite computer, tablet o cellulare. Esse richiedono comunque l’iscrizione e il pagamento di una quota.
Per partecipare alle videoconferenze occorre scaricare il programma Zoom all’indirizzo www.atte.ch/videoconferenze-facili-con-zoom/.
Siamo a disposizione per aiutarvi con l’installazione del programma e spiegare come funziona.

ISCRIZIONI PER I CORSI, AUTUNNO 2020
Al più presto come indicazioni.

QUOTE D’ISCRIZIONE
Da CHF 15.00 a CHF 70.00 il costo del singolo corso (indipendentemente se in videoconferenza o in videoconferenza con presenza sul posto) per i soci, senza tessera annuale. Per i non soci, la quota è maggiore.
CHF 100.00 tessera UNI3 per l’autunno 2020. Riservata ai soci ATTE, essa consente di partecipare a tutti i corsi. Resta obbligatoria l’iscrizione ai corsi che si intendono frequentare. La tessera è valida dal momento in cui viene richiesta.

CONDIZIONI GENERALI
Il pagamento è da effettuare prima dell’inizio dei corsi.
Sono riservati cambiamenti di date ed eventuali modifiche dei programmi, così come l’annullamento di corsi se le iscrizioni sono insufficienti.