Raccomandazioni della Polizia cantonale

In questo 2018, fortunatamente, la Polizia non è stata sollecitata in modo importante nel discusso tema dei furti con scasso. Difatti i dati di questi ultimi mesi, vedono un’ulteriore riduzione di questo fenomeno. Tuttavia la riduzione di questi casi, ci impone di focalizzare la nostra attenzione su altri fatti che possono comunque turbare le notti dei ticinesi.

Se possiamo vantarci di essere abbastanza sicuri nel campo dei furti, non è cosi per quanto riguarda le truffe. Sia quelle perpetrate con astuzia oppure come le classiche con l’intervento diretto dei criminali sia di persona che con email o telefonate.

Per evitare spiacevoli sorprese, la Polizia cantonale invita la popolazione a prestare particolare attenzione quando naviga in internet, e si raccomanda di seguire queste precauzioni:

  • Diffidate delle e-mail ricevute senza sollecitazione. Solitamente il mittente sfrutta indirizzi riconducibili a ditte degne di particolare fiducia.
  • Diffidate delle e-mail di cui non conoscete l’indirizzo del mittente ed evitate di rispondere.
  • Usate prudenza se ricevete e-mail che sollecitano un’azione da parte vostra e vi minacciano altrimenti di conseguenze (perdita di denaro, querela penale, blocco del conto, occasione mancata, disgrazia).
  • In caso di e-mail sospette non aprite allegati, link, file eseguibili (.exe).
  • Mantenete costantemente aggiornati il sistema operativo e le applicazioni presenti sui vostri dispositivi (ad es. antivirus).

Per chi possiede una webcam sia su un portatile che sul suo computer fisso, consigliamo di applicare sul obiettivo della videocamera un autoadesivo o anche solamente dello scotch in modo da evitare che riprese involontarie possano essere usate in modo fraudolento. Facciamo rimarcare che dei virus informatici, permettono la registrazione tramite webcam senza che si accenda la spia rossa che indica l’accensione della telecamera.

Ulteriori informazioni sul sito web della Polizia cantonale.

Buona navigazione in sicurezza!