Una piacevolissima gita in uno degli incantevoli luoghi della nostra regione dei laghi dove natura, storia e cultura vivono in un’osmosi piena di fascino e di suggestioni.

Si comincerà con il Sacro Monte di Varallo, patrimonio dell’Umanità e caposaldo della Controriforma Cattolica, l’esempio più antico e di maggiore interesse artistico tra i Sacri Monti che coronano le Alpi.

Consta di una basilica e di 45 cappelle affrescate e popolate da oltre ottocento statue di terracotta policroma a grandezza naturale opera soprattutto della bottega del pittore, sculture ed architetto valsesiano Gaudenzio Ferrari di Valduggia. Una straordinaria sintesi di capolavori artistici, da viversi come un’immersione nella storia e nella spiritualità del nostro passato.

Dopo il pranzo ci si sposterà a Orta situata a metà della sponda orientale dell’omonimo lago.

Completamente pedonalizzata caratterizzata da viuzze strette molto pittoresche ha come centro Piazza Motta con il bellissimo Broletto, vero e proprio salotto affacciato sul lago. Tempo permettendo si potrà prendere il battello per l’isola di S. Giulio dominata dalla basilica romanica, dal palazzo vescovile e dall’abbazia benedettina.

Vedi il programma