L’Associazione Ticinese Terza Età vuole mantenere una comunicazione semplice, immediata e capillare con i propri soci e con la società. Per questo ha aggiunto alla sua comunicazione digitale tramite Facebook e Newsletter la possibilità di utilizzare un canale Telegram.

Dove scaricare Telegram

Che cosa è Telegram
Telegram è un’applicazione di messaggistica istantanea usata da più di 500 milioni di persone che funziona su smartphone, tablet e computer. Consente di inviare messaggi, foto, video, messaggi vocali e altri tipi di file fino a 2 GB e di fare chiamate vocali e videochiamate. Permette inoltre la gestione di gruppi fino a 200’000 persone e la creazione di canali per l’invio di comunicazioni e messaggi, senza nessun limite al numero di utenti. Pur avendo numerose altre funzionalità, è un’applicazione semplice da usare, sicura nella comunicazione ed attenta alla privacy delle persone. Per maggiori informazioni potete consultare le domande frequenti.

Come si usa
È disponibile una videoconferenza che vi presenta come usare Telegram e inoltre potete scaricare le slides della presentazione.
Vi invitiamo a provare Telegram scaricandolo e installandolo  sul vostro smartphone, tablet o computer.

Perché ATTE ha scelto Telegram
Telegram è un’applicazione di comunicazione ideale per lo smartphone e ATTE ha pensato di suggerirla per due motivi:

  • Migliorare la comunicazione dell’Associazione con tutti i soci che non hanno mai usato le comunicazioni digitali dell’ATTE pubblicando un canale di Telegram, visibile su smartphone, tablet o computer, in cui vengono segnalate le novità dell’Associazione.
  • Nello stesso tempo permettere alle persone senza esperienze personali con questi nuovi strumenti di provare un’applicazione facile da usare su uno smartphone, e favorire l’uso delle tecnologie digitali per comunicare con il resto del mondo.

Potete consultare la documentazione su come seguire il canale Telegram dell’ATTE.

Telegram può sostituire WhatsApp?
Sicuramente! Se escludiamo alcuni aspetti estetici, Telegram ha tutte le caratteristiche presenti su WhatsApp e alcune funzioni in più. Oltre a quanto già descritto è possibile ad esempio avere lo stesso account su più apparecchi in contemporanea, tenere segreto il proprio numero di telefono, inviare messaggi che si autodistruggono, utilizzare i bot, programmi che svolgono funzioni specifiche, o avere i propri dati memorizzate sul Cloud e senza bisogno di salvataggi. Inoltre, come viene precisato in seguito, Telegram è più attento alla privacy degli utenti. Logicamente non è possibile scambiare messaggi tra Telegram e WhatsApp. Le due applicazioni possono comunque convivere sullo stesso apparecchio fintanto che i contatti sono presenti su entrambe le applicazioni.

Perché invece non usare Signal?
Signal è un programma di messaggistica estremamente sicuro, usato spesso da oppositori politici o giornalisti che vogliono proteggere le fonti. ATTE non ritiene che un utente medio necessiti di questi livelli di sicurezza e ha scelto Telegram per il suo livello di sicurezza adeguato e soprattutto per le sue maggiori funzionalità.

A proposito della privacy
I fornitori dei programmi di messaggistica non possono leggere il contenuto dei messaggi scambiati tra gli utenti ma sono in grado di raccogliere alcuni dati presenti sugli apparecchi (vedi tabelle) e combinarli con informazioni già in loro possesso. Ad esempio Facebook riesce a consolidare le sue informazioni con quelle di WhatsApp, di cui è proprietaria, per creare un  profilo utente usato poi per fini commerciali. Telegram, oltre a raccogliere meno dati, non è legato ad altre aziende e non segue questa politica commerciale.